Cathedral of S. Michele

La sede episcopale venne istituita a Sarno ufficialmente nel 1066 e la cattedrale venne posta fuori della città, nella località di Episcopio. L’edificio attuale venne costruito ex novo dal vescovo Castelblanco, che l’inaugurò nel 1627 (il presbiterio, che conserva gli stalli lignei del 1620 del nocerino A. Gueriglia, risale però al secolo precedente). Dopo i restauri avvenuti per la disastrosa eruzione del 1631, l’edificio venne decorato, con una maestosa ancona d’altare e con un prestigioso soffitto adorno di tele, dal noto pittore Angelo Solimena e dalla sua bottega. In ogni angolo della chiesa si nota, inoltre, l’assidua cura dei vescovi dei secoli passati per la loro cattedrale; da vedere ancora la sagrestia con la volta affrescata del sec. XVIII. Il campanile è l’unico avanzo della fase medievale della chiesa, presentando una tipologia molto comune in Campania nei secc. XIV-XV, con il culmine cuspidato e le finestre in tufo ad arco acuto. Poco al disopra della chiesa si trova il settecentesco palazzo vescovile, che ha ospitato la Curia fino al 1986, che presenta un ampio cortile al quale si accede dal portale in pietra lavorato; da notare, accanto alla strada, il lungo corridoio coperto che congiunge la residenza con la cattedrale (oggi chiuso e in disuso).

Period

16th-17th century

Location

Episcopio - Duomo Place

INDEX

Sarno's Tour

Zomm out zoom  zoom  zoom Zoom out