Chiesa e Convento di Santa Maria degli Angeli

Il complesso conventuale si trova lungo il confine tra i comuni di Nocera Inferiore e Nocera Superiore, presso un ampio spiazzo. Nel 1589, il capitolo nocerino donò il terreno ai frati francescani per permettere la fondazione del convento, la cui erezione procede con lentezza lungo il Seicento. La chiesa subì significativi danni dal terremoto del 1688 e i restauri rimisero in sesto l’edificio, abbellito con il portale d’ingresso tufaceo (1712) e con il soffitto dipinto da un allievo di Solimena, Giuseppe Guerra, e permisero il completamento del convento, che conserva una preziosa biblioteca e presenta ancora il chiostro, con pilastri, finemente affrescato; da notare, nella chiesa, due dipinti cinquecenteschi, tra cui quello sull’altare maggiore, con la Gloria di San Francesco, opera di Belisario Corenzio. Nel convento si conserva una delle principali biblioteche ecclesiastiche della zona, con libri a partire dal Cinquecento. Da notare, nei pressi, i resti, sotterrati, dell’anfiteatro dell’antica Nuceria Alfaterna, sul cui circuito sorgono una serie di edifici medievali e moderni appoggiati direttamente sulle strutture romane.

Età

Sec. XVI

Ubicazione

Località Grotte

INDEX

                    visita l'itinerario di Nocera Superiore

        zoom  zoom  zoom  zoom  zoom